Avete un matrimonio da raccontare??? & altro…

on

Salve a tutti miei cari lettori,

avevo pensato già da un pò di tempo di poter dare a voi la parola sui matrimoni o cerimonie…avete una storia da raccontare? Un matrimonio che vi é rimasto impresso? Volete raccontare la vostra esperienza? Scrivetemi all’indirizzo email che trovate su questo blog. Ohi ohi mi sembra di essere una di quelle scritte che appaiono su Canale 5… Beh io ho buttato giù la proposta..anche se ovviamente continuerò a scrivere dei miei o delle esperienze fatte, sia ben chiaro.

Intanto vi voglio raccontare di due o tre cosette che mi son capitate nei giorni scorsi.

Sempre a proposito di spose…ero dal mio parrucchiere e mentre stavamo parlando di lavoro entra questa ragazza, la stavano aspettando, con la madre. Questa ragazza si deve sposare ora ad Ottobre, non so bene quando..insomma era lì per fare la prova dell’acconciatura. Non ho mai visto né sentito una sposa così antipatica e maleducata!Dovevate sentire come trattava la madre, che poverina cercava in ogni modo di aiutare la figlia nel fare le foto all’acconciatura. Non c’é più rispetto per nessuno, magari quella madre, le aveva comprato il vestito, il padre aveva pagato una parte del pranzo o cena, insomma magari quei due avevano fatto dei sacrifici per sposare la figlia e lei che faceva? Li trattava male! Ma viviti il momento più bello della tua vita, dovresti ridere dalla mattina alla sera, dovresti viaggiare tre metri sopra il cielo (oddio, Moccia no!), dovresti ringraziare il fatto che hai trovato l’uomo della tua vita e state costruendo qualcosa e ti permetti invece di essere così acida! Che schifo, scusate, ma gente così perché si merita tanto?

Sempre dal suddetto parrucchiere ieri sera:erano le sei, orario di chiusura. Il mio parrucchiere mi sta fonando i capelli, la sorella sta salutando l’ultima signora. Intravedo che ci sono davanti al negozio, fermi su uno scooter, due ragazzi con casco. Noto che lo sguardo del mio parrucchiere, Simone, cambia e fa alla sorella:”Meri chiudi la porta non mi piacciono quei due in motorino!”. Chi mi conosce sa, che cosa potrei avere detto in quel momento:”Si sì Meri chiudi la porta, subito!”. Questa poveretta più spaventata da me e da suo fratello che dai i presunti rapinatori, chiude la porta, ma non é convinta. Ad un certo punto, si avvicina alla vetrata, guarda meglio e dice:”ma Simo sono i ragazzi della pizzeria accanto…” e lui”ah già…con il casco non li avevo riconosciuti!”.
Ora io mi vedevo già i titoli della Nazione:”Attimi di terrore nel Viale Talenti!Due parrucchieri ed una cliente presi in ostaggio da due balordi!”…ma come siamo, ci spaventiamo per niente o forse no..é il mondo e la società che ci hanno fatto diventare così.”Beh guarda che non c’é da stupirsi, la scorsa settimana alle sette di sera hanno rifatto il via alla farmacia di fronte!”, dice Simo, il parrucchiere ed io:”Un’altra volta?”. Son già cinque volte in poco tempo che quella farmacia é presa di mira.
Ma la cosa più divertente me la racconta la sorella, Meri. Il loro negozio confina con quello del padre che un pò di tempo fa riceve una chiamata da un amico di passaggio a Firenze.Gli dice di incontrarsi alle 13 al Ponte alla Vittoria che poi così lui prende l’autostrada e torna a casa.
Lui chiude il negozio e va all’appuntamento. Passano i minuti e lui passeggia un pò scocciato in su e giù per il ponte, si fa due o tre vasche, guarda l’Arno, l’orologio, mentre passa di lì una volante dei carabinieri. Lo guardano per diversi minuti mentre lui continua a passeggiare tranquillamente e guarda giù l’Arno e ripasseggia finché i due carabinieri non scendono dall’auto, si avvicinano e gli fanno:”che intenzione ha?”. Lui li guarda con aria un pò perplessa, non capisce che cosa può aver fatto di cosi strano e questi:”che intenzione ha?” e uno dei due mentre lo dice fa il gesto con la testa come dire:”si vuole buttare giù?”. Allora capisce:”non credete mica che io voglia buttarmi di sotto, vero? Sto aspettando un coglionazzo che non si é presentato e lo sapete che cosa vi dico: che io adesso me ne vado, ma guarda questo!” .
Tutto cio’ per raccontare un pò cosa mi é successo negli ultimi giorni, più che altro per le mie amiche lontane ma anche vicine (vero???) che non vedo né sento tutti i giorni, ma che hanno piacere che io racconti anche qualcosa di me e della  vita quotidiana.

Poi che vi dico, che son stanca morta, che é dal 20 settembre che lavoro tutti i giorni, sabato e  domenica compresi, che mi alzo presto al mattino, che ho molto sonno arretrato e che non vedo l’ora di andare un pò in vacanza alla fine di Ottobre, tutto qui. Stay tuned….

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s